Dall’uva al Vino

Home »  Dall’uva al Vino

Oggi la cantina sannitica è costituita da 355 soci, per un totale di 1.100 ettari di vigneto tutti lavorati con una politica del DOC. Principalmente i vigneti coltivati sono di uve Montepulciano e Trebbiano, inoltre le nuove varietà: “Pecorino”, “Chardonnay”, “Cabernet”, “Merlot”, “Passerina” e “Cococciola”. Il fatturato della Cantina nel 2016 è stato di 5.000.000 di euro.

Dall’uva al vino, il percorso di un prodotto di qualità.

Le uve, una volta conferite, vengono lavorate e i mosti conservati per la vinificazione in silos di acciaio per una capienza totale di 12.000.000 di litri.

Il conferimento

L’uva viene raccolta a perfetta maturazione, valutando attentamente il contenuto zuccherino e il conseguente rapporto zuccheri/acidità. Le uve vengono conferite alla Cantina immediatamente dopo la raccolta, percorrendo brevi percorsi e in pochissimo tempo, fattore fondamentale per la non alterazione del prodotto. Le uve conferite vengono tutte sottoposte ad un controllo fitosanitario.

                                   La pigiatura                                     

Le uve vengono scaricate seguendo delle linee di prodotto legate alla varietà dell’uva conferita e al proprio grado zuccherino. La pigiatura e la deraspatura avvengono immediatamente dopo il scarico dell’uva. Le uve pigiate vengono poi messe nelle presse e successivamente nelle vasche di fermentazione.

Il vino
Il colore rosso rubino dei nostri vini è ottenuto dalla macerazione delle bucce e dalla follatura eseguita all’interno di vinificatori. Ogni vino ha un proprio tempo di macerazione e durante quest’ultima avviene anche la fermentazione. Appena dopo la fase di fermentazione si procede con la “svinatura” in ambiente controllato.